Come salvare un’intera pagina web

Se il contenuto di una pagina web vi sembra interessante, potreste volerlo salvare per leggerlo con calma in un secondo momento. Per poter salvare un’intera pagina web esistono vari modi, in questo articolo ne vediamo un paio veramente interessanti

A volte, incontrando una pagina web interessante ma lunga, vorremmo poterla salvare per leggercela in un secondo momento, magari quando non siamo connessi a internet. Ma come si può salvare un’intera pagina, comprese le immagini?


Esistono varie possibilità, vediamole insieme.


La prima soluzione è la più semplice, consiste proprio nel salvare la pagina. Le attuali versioni dei browser rendono il salvataggio di una pagina web con le sue immagini molto semplice.


In Firefox e Chrome, basta premere CTRL+s per aprire la finestra di dialogo Salva. Nella casella a discesa Salva come: selezionate Pagina web completa e salvate il file nella posizione desiderata. Se si usa Internet Explorer, selezionare Pagina (in alto a destra) quindi Salva con nome, anche qui, tramite Salva come: si potrà scegliere Pagina web completa (*.htm, *.html).


Quando si salva una pagina completa con uno qualsiasi di questi browser viene generato un file Html oltre ad una cartella contenente tutte le immagini ed i file necessari alla corretta visualizzazione. L’Html generato viene modificato per usare i file di questa cartella.


Il risultato però non è sempre corretto, le pagine con molto codice, specialmente quando varie parti vengono prese dinamicamente da altri siti web, potrebbero vedersi male e alcune immagini potrebbero non vedersi affatto. Normalmente però, tutte le immagini e i contenuti che realmente interessano, sono presenti.


Un altro problema che può sorgere con questo metodo è che il file e la cartella con le immagini devono sempre viaggiare insieme, se venissero separate, alcuni contenuti non sarebbero più visibili.


Con Internet explorer si può risolvere questo problema salvando la pagina come Archivio Web, file unico (*.mth). Il file .mth è in realtà un file html a cui sono stati uniti anche tutti gli altri elementi (immagini, javascript, css, ecc..).


Anche Safari permette il salvataggio della pagina in un unico file (CTRL+s) con estensione .webarchive.


Questo metodo non è comunque perfetto poiché questi file possono essere letti solo con i rispettivi browsers e comunque non risolvono il problema dei file mancanti.


Una soluzione che permette un risultato migliore è quella di salvare la pagina come file .pdf. Questi file sono compatti, contengono in loro tutte le informazioni per una corretta visualizzazione e vengono letti con un programma gratuito installato praticamente in tutti i computer.


come poter convertire una pagina web in un documento pdf


Ci sono parecchi programmi che ci permettono di farlo, alcuni ottimi e gratuiti. La maggior parte, si installa come una stampante aggiuntiva, in questo modo, tutto quello che è possibile stampare è possibile anche convertire in pdf.  Ne esistono tanti e ora voglio segnalarvi  BullZip PDF Printer, anche questo prodotto è gratuito per uso personale e per uso commerciale (ma solo con meno di 10 utilizzatori).


C’è comunque un modo ancora più semplice per creare un pdf da una pagina web. Copiatevi l’indirizzo della pagina che vi interessa e andate sul sito pdfmyurl.com, incollate l’indirizzo nel campo appropriato e premete INVIO, dopo l’elaborazione salvate il file.


 

Lascia un commento