Insonnia: come curarla

L’ insonnia è un disturbo del sonno che colpisce la metà degli adulti nel mondo. Nonostante il bisogno fisiologico di dormire, spesso si trascorrono le ore notturne senza riuscire ad addormentarsi. Come si sa, senza un buon riposo notturno non si riescono a svolgere a pieno tutte le attività mattutine perché si è sempre stanchi e non riposati. Se anche tu hai difficoltà ad addormentarti o ti risvegli spesso nel cuore della notte, scopri qui come curare questa situazione problematica.

come curare insonnia

Cos’è l’insonnia

Come detto, l’insonnia è un vero e proprio disturbo del sonno: ci si agita nel letto durante la notte senza riuscire ad addormentarsi. Questo problema altera inevitabilmente l’intero ciclo del sonno: infatti, non riuscendo a dormire di notte, gli insonni dormono durante la tarda mattinata o nel pomeriggio. Tale situazione non fa che aggravare l’insonnia.

Possibili cause

Ma perché molti non riescono ad addormentarsi? Le cause sono davvero diverse.

I primi motivi possono essere legati all’ansia o allo stress dovuti ad esempio a carichi di lavoro elevati oppure a dolori fisici momentanei che non permettono di addormentarsi. Anche l’assunzione di particolari farmaci può portare il corpo a rimanere sempre desto ed attivo anche di notte. Inoltre, assumere in tarda giornata caffè o alcol può portare ad effetti collaterali come la difficoltà ad addormentarsi di notte.

Alimentazione e insonnia

Anche per l’insonnia l’alimentazione gioca un ruolo davvero importante. Infatti, ci sono dei cibi che causano e altri che prevengono questo disturbo del sonno. Per prevenire l’insonnia, ad esempio, e diminuire lo stress e la tensione è importante assumere molte dosi di frutta, verdura e pesce durante il giorno. Anche il riso integrale calma il nostro sistema nervoso e permette di addormentarsi con più facilità. Al contrario, invece, biscotti, cereali, pane e pasta sono alimenti da evitare per non imbattersi in questo problema. Come detto prima, anche l’assunzione di alcol può alterare il sonno.

Rimedi naturali contro l’insonnia

Ma non è finita qui…Oltre a particolari alimenti, prima di andare a letto puoi berti una tisana alla camomilla o al luppolo utili a calmare gli animi inquieti. Le bevande al tiglio, con le sue proprietà rilassanti, o una valeriana, con proprietà anticonvulsive, possono essere dei rimedi utili. Ci sono anche delle essenze floreali, oli essenziali alle erbe che permettono di addormentarsi più facilmente.

Fiori di bach per l’insonnia

Se la causa dell’insonnia sono stress, ansia e depressione l’utilizzo dei fiori di bach è veramente la soluzione ideale. Questi, infatti, agiscono ad uno strato profondo e lavorano in maniera delicata sul livello emotivo dell’individuo. Tra i fiori di bach possiamo consigliare, ad esempio, l’Aspen che agisce sulle paure inconsce oppure il White Chestnut che placa i pensieri. L’assunzione di questi fiori prima di andare a letto ti aiuterà a dormire meglio.

Insonnia: quando rivolgersi a uno specialista

Se con l’alimentazione corretta e questi rimedi naturali l’insonnia sussiste, bisogna rivolgersi ad uno specialista. Puoi richiedere il consulto del medico di famiglia o di un neurologo quando non riesci a dormire per più di 30 giorni, quando i farmaci utilizzati non hanno portato i risultati sperati e quando al mattino accusi spesso mal di testa.

Lascia un commento