Come creare un collegamento al Prompt dei comandi con diritti di amministrazione



Quando si esegue il prompt dei comandi in Windows, viene eseguito in modalità utente per impostazione predefinita e non ha alcun diritto di amministrazione. Se avete bisogno di eseguire comandi come amministratore dal tuo account utente, è necessario eseguire il prompt dei comandi con privilegi di amministrazione.


Un modo semplice per avere accesso al prompt dei comandi come amministratore è quello di creare un collegamento al prompt dei comandi e impostarlo per l’esecuzione come amministratore.


Per creare questo collegamento, fare clic con il tasto destro del mouse sul desktop e selezionare Nuovo > Collegamento dal menu a comparsa.



Nella finestra di dialogo Crea collegamento, immettere il seguente testo nella casella di modifica immettere il percorso per il collegamento, quindi scegliere Avanti.



Immettere un nome per il collegamento, ad esempio cmd, nella casella di modifica immettere il nome del collegamento e fare clic su fine.



Il collegamento viene aggiunto al desktop. Fare clic con il tasto destro del mouse sul collegamento e selezionare Proprietà dal menu a comparsa.



Nella finestra di dialogo Proprietà, assicurarsi che la scheda Collegamento sia attiva e fare clic sul pulsante Avanzate.



Viene visualizzata la finestra di dialogo Proprietà avanzate. Fare clic sulla casella di controllo Esegui come amministratore per attivare tale opzione e fare clic su OK.



Quando si fa doppio clic sul nuovo collegamento per aprire un prompt dei comandi con privilegi di amministratore, verrà visualizzata la finestra di dialogo seguente. E’ l’avviso dell’esecuzione di un programma che può apportare modifiche al computer. Per continuare e aprire il prompt dei comandi, fare clic su .



Viene visualizzata la finestra di comando con privilegi di amministratore, come mostrato nella barra del titolo della finestra.



Nota: Ogni comando eseguito in questa finestra può apportare modifiche al computer come amministratore, quindi state attenti a cosa eseguite in questa finestra.

Lascia un commento